| English Deutsch Français
  • Home
  • Natura e paesaggio a Framura

Natura e paesaggio a Framura

La fitta macchia mediterranea a ridosso del mare

La Flora del Comune di Framura è caratterizzata da vegetazione che compone un paesaggio tipicamente mediterraneo: infatti vi si trova facilmente il pino marittimo (Pinus Pinaster) oltre che numerose varietà di ginestra (Genista Pilosa, Cytisus Scoparius…), di mirto, corbezzolo, piante di leccio, asparagi selvatici, rose mediterranee e incensarie odorose.

Nella parte sovrastante la scogliera di Framura si trovano anche alcuni gruppetti di Pini d’Aleppo (Pinus Alepensis) frammisti a numerosi lecci.
Inoltre, in prossimità di corsi d’acqua, anche di modeste dimensioni come nel caso del territorio di Framura, si trovano facilmente piante di sambuco (Sambucus Nigra), di felce setifera (Polystichum setiferum), di erba fragolina (Sanicula Europaea) e di ranuncolo bulboso (Ranunculos Bulbosus).
Tipiche delle rocce basaltiche a pillows, che si incontrano lungo il sentiero per Bonassola, sono i cespugli di crespolina ligure (Santolina Ligustica), una pianta dai caratteristici fiori gialli, e di timo (Thymus Vulgaris).

L’entroterra del Comune di Framura è inoltre caratterizzato da numerosi boschi di castagno (Castanea Sativa): gli studiosi hanno rilevato che questi boschi dovevano essere enormemente più estesi in passato, in quanto il castagno, per le sue particolarità, è utilizzabile in ogni sua parte, e fu quindi sfruttato tantissimo.
Degno di nota è il fatto che, in località Vigo, si trovano alcune sughere (Quercus Suber), frammiste ai castagni, di cui gli studiosi hanno lodato le dimensioni notevoli.

Per quanto riguarda invece la fauna non si può non parlare del mare: l’area marina di fronte a Framura offre ai pescatori numerose varietà di pesci, tipici di tutto il Mar Ligure, come alici, calamari, seppie, naselli, saraghi e bianchetti.
Il carattere roccioso e ricco di insenature del fondale è particolarmente adatto alla proliferazione di colonie di cozze, apprezzate dagli amanti della buona cucina. La pesca è praticata da numerosi abitanti del posto, ma anche dai turisti che si recano in questa magnifica zona della Riviera.
Parlando della fauna territoriale, i boschi di Framura sono popolati da volpi, cinghiali, tassi, ricci (che è facile incontrare lungo le strade, soprattutto se percorse nelle ore notturne) e da altri animali tipici di tutto l’entroterra ligure.

A Framura la natura è fatta anche di minerali quali i diaspri e i basalti: i diaspri sono rocce rosso-violacce (per infiltrazione di ossidi di ferro) finemente stratificate. L’antica popolazione dei Liguri utilizzò grandemente questo minerale così particolare e così diffuso, soprattutto nel territorio di Framura, per produrre piccoli oggetti quali lame, punte di freccia e raschiatoi per conciare le pelli di animali.
I basalti invece sono rocce di origine vulcanica, magmatico effusiva, scuro-verdastre in conformazioni massicce o a bocce più o meno schiacciate. I basalti sono caratteristici per le loro forme più svariate, tra cui la forma “a cuscinetti” o “pillows”, caratteristiche del sentiero che collega Framura a Bonassola.

Il Monte Serro

Il monte Serro (421 m. s.l.m.), situato tra Framura e Deiva Marina, appartiene all’area protetta delle Cinque Terre.
Sulle rocce a picco sul mare, in particolare a punta Apicchi, dove si trova un orto botanico, e nelle vallette scavate dai piccoli torrenti che sfociano presso la spiaggia di Framura, sono presenti diversi esemplari di Pino d’Aleppo, alberi che riescono a vivere anche con poca terra su versanti a forte pendenza.
Macchia, pini marittimi, lecci, castagni e altre latifoglie coprono invece i versanti rivolti a settentrione.
Se si percorre il sentiero Deiva-Framura e si prende la deviazione per Casa Vigo (vedere sezione Sentieri) si possono ammirare diversi esemplari di quercia da sughero, la cui corteccia, di spessore considerevole, ha un grande potere isolante, in grado perfino di proteggere l’albero dal fuoco.
Percorrendo i versanti settentrionali del Monte Serro si noterà che essi sono incisi da numerosi piccoli corsi d’acqua a carattere stagionale che hanno scavato nel tempo vallate dalla vegetazione lussureggiante, composta principalmente da ontano nero, sambuco e felci.
Data l’estensione relativamente piccola (circa 360 ettari), tutta l’area del Monte Serro è facilmente percorribile in una giornata. Il fatto che vi si trovi una grande varietà di ambienti e paesaggi, favorisce la presenza di un grande numero di specie animali e vegetali e incrementa ulteriormente il grande interesse per questo territorio.

Hotel Clelia, 3 Stelle a Deiva Marina

Hotel Clelia

Questo sito è stato realizzato dall'Hotel Clelia di Deiva Marina (Sp), con lo scopo di far conoscere meglio il territorio ligure di Framura.

Corso Italia 23,
19013, Deiva Marina (SP)

Per informazioni:

P.IVA 00289150112
Policy Privacy